prom-2008-veronica-27s-

The Seniors’ Dance: The Prom

Sabato 3 maggio e’ stata una giornata veramente da ricordare. E’ stata la notte del Prom, il ballo di fine anno solo per quelli dell’ultimo anno.

Nella mattinata mi alzo con calma e inizio a preparare la mia piccola valigia (un solo bagaglio a mano con tutto il necessario per 10 giorni, da pazzi…) che avrei utilizzato il giorno dopo per andare in California.

Ore 13: inizia la maratona di cose da fare. Salone di bellezza. Si inizia con la ceretta (Ahi!), si continua con l’acconciatura (Ahi! Tutta colpa di quelle cavolo di forcine…), nel mentre dell’acconciatura c’e’ stato il trucco ed infine la manicure. Questa parte della giornata, comunque, mi e’ piaciuta un sacco e sarebbe bello se fosse cosi almeno una volta a settimana. Il risultato finale e’ stato proprio apprezzato dalla sottoscritta, mi piacevo moltissimo.

Ore 16: torno a casa ed indosso il bellissimo vestito corto con una fantasia dai colori non appariscenti che avevo comprato apposta per l’occasione. Il problema era che non era un vestito da Prom. Solitamente le ragazze usano vestiti lunghi/corti/con enormi gonnelloni tipo ‘800 dai colori sgargiantissimi. Ne avrei anche usato uno cosi ma sono troppo grossi e pesanti ed io non avrei avuto la possibilita’ di portarlo a casa con me e neanche di riutilizzarlo una volta in Italia. Quindi al posto di un vestito “normale” ne ho preso uno completamente “diverso”.

Ore 17: la mia amica Brandy mi viene a prendere con mezz’ora di ritardo e corriamo a casa di Juliana (20 minuti di strada) dove la limousine ci aspettava per partire alle 17.30h.

Ore 17.30: sbagliando 2 volte strada finalmente siamo arrivate da Juliana. Una volta li’, Juliana mi ha regalato il fiore da portare al polso ed abbiamo fatto qualche foto tutte insieme (nella foto da destra in alto: Brooke, Io, Sarah, Megan, Sarah, Brandy, Chealsea, Marjorie e da destra in basso: Mary e Juliana).

Ore 18: ora in cui dovevamo essere gia’ la’ noi saliamo in limousine e partiamo per raggiungere il Park Inn in Toledo, Ohio. Tanto per cambiare becchiamo traffico e ci impieghiamo ben 45 minuti ad arrivare.

Ore 19: iniziamo a mangiare, fare le foto professionali di gruppo e finalmente a ballare. Sono rimasta in pista praticamente per tutto il tempo tanto che la mia acconciatura cascava a parte ed il trucco mi si stava sciogliendo sulla faccia tanto ero sudata. Mi sono divertita tantissimi e penso che di tutti i balli questo sia veramente stato il piu’ grandioso.

Ore 23: il ballo finisce e tutti quanti ritornano al parcheggio per ritrovare ognuno le proprie limousine.

Ore 24: sono a casa un po’ triste perche’ era gia’ finito ma appena ho dato uno sguardo alla mia valigia sul letto, che mi guardava come per dirmi: “Finiscimi! Domani mattina parti per la California”, mi sono subito tirata su di morale.

p.s.: ci sono voluti 45 minuti per togliere trucco e parrucco.



  • Bella esperienza!
    Lavoro in una scuola superiore qui negli States e non vedo l’ora che venga il giorno della graduation, i seniors sono tutti emozionatissimi e io con loro! Cose da film che qui sono vere!!!

Facebook IconYouTube IconTwitter IconG+G+G+G+